News

Periti industriali: oltre 2 milioni di posti di lavoro fino al 2025

06-07-2016

Nel prossimo decennio ci saranno più di 2 milioni di opportunità occupazionali per profili tecnici di vario tipo, ma la cui quota più significativa sarà nel campo dell’ingegneria. A rilevarlo è il secondo Dossier elaborato dal Centro studi Opificium-Cnpi (Consiglio nazionale dei periti industriali e dei periti industriali laureati). L’Italia è, dopo la Germania (quasi 3 milioni di tecnici) e la Francia (2,2milioni), il paese europeo dove si concentreranno le maggiori opportunità occupazionali per le figure tecniche.

E se in Italia solo il 22% dei giovani tra i 30 e 34 anni ha conseguito un titolo di studio universitario (la media europea è il 39%), questo, dicono i periti industriali, è da attribuire all’assenza di un canale terziario professionalizzate: da noi solo 1 giovane su 100 ha conseguito questo tipo di titolo, rispetto al 9% della media europea.

"L’attivazione di un percorso professionalizzante terziario, adeguatamente supportato da un’attività di orientamento nella scuola superiore, consentirebbe di riagganciare al circuito della formazione un gruppo di diplomati, quelli tecnici, che non trova nell’attuale offerta formativa terziaria risposta alle aspettative di innalzamento del titolo di studio", si legge nella ricerca.

Fonte: adnkronos