News

Meno giovani a casa, il Jobs Act funziona.

21-09-2016

Nel secondo trimestre, secondo quanto comunicato dall’Istat, sale l’occupazione in Italia e prosegue, a ritmo più sostenuto, il calo degli inattivi soprattutto per la componente degli «scoraggiati», cioè di coloro che smettono di cercare un’occupazione. Nel periodo aprile-giugno gli occupati sono aumentati di 189.000 (+0,8%) rispetto al trimestre precedente, specie nel Mezzogiorno (+1,4%).

Scendono al 22,3% nel secondo trimestre 2016 i ragazzi che non sono impegnati a scuola né a lavoro, i Neet (Not in Education, Employment or Training), erano al 25% nel secondo trimestre della 2013. Sono ora diminuiti di 252 mila unità in un anno, quindi, secondo i conteggi dell’Istat. Il dato può essere confrontato con i numeri pre crisi. L’incidenza dei Neet è sempre cresciuta dall’inizio della tempesta fino al 2013, passando dal 17,7% del secondo trimestre 2008 al 25% del secondo 2013. Poi è rimasta stabile tra il 2014 e il 2015, per poi scendere al 22,3% nel secondo trimestre 2016.

Fonte: www.corriere.it